Consigli d'acquisto

 

Spesso i clienti che arrivano in negozio chiedono consiglio per affrontare in modo ponderato l'acquisto di una macchina per cucire.

Questi sono alcuni suggerimenti utili per scegliere la vostra macchina.

 

La macchina giusta per un pubblico che si avvicina al cucito ed ha l'esigenza di un prodotto di buona qualità e affidabilità nel tempo, ha un prezzo medio tra i 200 e i 300 euro. In questa fascia di prezzo vi sono macchine affidabili, già in grado di sostenere la cucitura di tessuti pesanti e jeans.
Consigliamo sempre ai nostri clienti di non badare troppo al prezzo, convinti che si ricordi più a lungo proprio la qualità del prodotto piuttosto che il suo costo.

Se lo scopo dell'acquisto è invece legato ad un uso più frequente della macchina, si deve salire su una fascia di prezzo tra i 350 e i 700 euro, con macchine a sette griffe e crochet rotativo, per un trasporto più omogeneo dei tessuti.

In una fascia di prezzo dagli 800 euro in su è possibile trovare macchine già semi-professionali rivolte ad un livello di cucito sartoriale, al campo del patchwork e del quilting e macchine a braccio lungo per avere più spazio anche per tessuti ingombranti.


 

In tutte queste fasce di prezzo vi sono macchine meccaniche o elettroniche.

 

La differenza principale tra macchina meccanica e quella elettronica è il metodo di selezione e modifica dei punti:

la macchina meccanica è dotata di una manopola che, meccanicamente, permette la scelta del punto da cucire e di un'altra manopola per la modifica di lunghezza o larghezza del punto.

Invece, le macchine elettroniche hanno una tastiera collegata ad una scheda elettronica che dà impulso ai vari meccanismi per la scelta e la modifica del punto. La macchina elettronica ha un vantaggio anche per le principianti in quanto a fine cucitura si ferma sempre in modo automatico nella posizione corretta; per giunta i punti prescelti sono regolati in modo automatico e queste sono tutte caratteristiche che aiutano molto chi si avvicina al cucito.

 


 

Per quanto riguarda poi le tagliacuci, cioè quelle macchine che tagliano e rifiniscono il tessuto e che non hanno nulla a che vedere con le altre macchine per cucire, per un buon prodotto si parte da una spesa di circa 300 euro a salire.

Le macchine punto copertura invece non tagliano il tessuto, ma eseguono cuciture a 2 o 3 aghi, con 3 o 4 fili. Questo tipo di punto è utilizzato per orli al fondo di maglie e t-shirt o per tessuti elasticizzati. In questo caso il prezzo orientativo parte da circa 500 euro.

Vi sono poi alcune macchine che realizzano sia il punto tagliacuci che quello copertura. Si tratta di macchine di uso più complesso.

Infine vi sono le macchine per ricamo con un prezzo indicativo che parte dagli 800 euro con telaio con area di ricamo 10x10 cm.; il livello di queste macchine sale gradualmente in prezzo e prestazioni, fino ad arrivare alle professionali a 6 o 10 aghi, adatte anche al ricamo di scarpe, cappellini...

 

Per avere informazioni più dettagliate
si consiglia di chiamare il numero 347 4853560
o inviare una mail con il vostro numero
e sarete richiamati il più presto possibile.

Contattaci per maggiorni informazioni »